11 novembre 2021
Regolamento di condominio restrittivo: Cassazione

Con Sentenza 8 settembre 2021, n. 24188, la Corte di Cassazione ha chiarito che le restrizioni alle facoltà inerenti al godimento della proprietà esclusiva contenute nel regolamento di condominio, volte a vietare lo svolgimento di determinate attività (nella specie, di osteria, sale da gioco, sale da ballo, locali di ritrovo notturno) o a stabilire un orario di chiusura (non oltre le ore 22) costituiscono servitù reciproche e devono perciò essere approvate mediante espressione di una volontà contrattuale, e quindi con il consenso di tutti i condomini.
La loro opponibilità a terzi, che non vi abbiano espressamente e consapevolmente aderito, rimane inoltre subordinata all'adempimento dell'onere di trascrizione.