16 dicembre 2021
Lavori su parti comuni legittime se non si prova danno concreto

Con Sentenza 24 novembre 2021, n. 36480, la Corte di Cassazione ha chiarito che non possono essere rimosse le opere effettuate sulle parti comuni se non vi è la prova concreta che quest'ultime provocano:

  • un danno al decoro architettonico del fabbricato condominiale;
  • un impedimento ai condomini di fare uso della cosa comune.

Nel caso di specie, un condomino aveva installato all'esterno dei muri perimetrali tubi di rame per la conduzione del gas, ed alcuni sfiati di una colonna di scarico nelle mura esterne del fabbricato.