4 gennaio 2022
Mancata restituzione immobile: obbligo pagamento canoni in capo al conduttore

Con Sentenza 10 dicembre 2021, n. 39232, la Corte di Cassazione ha stabilito che nelle locazioni di immobili urbani adibiti ad attività commerciali il conduttore che, alla scadenza del contratto, rifiuti di restituire l'immobile, in attesa che il locatore gli corrisponda la dovuta indennità di avviamento, è obbligato al pagamento del corrispettivo convenuto per la locazione.
Tra le parti si instaura un rapporto ex lege, nel quale le rispettive obbligazioni non si pongono in relazione di sinallagmaticità; difatti, il conduttore, alla scadenza del contratto, resta obbligato al pagamento dei canoni tutte le volte in cui permanga nella detenzione dell'immobile (anche nel caso in cui sia cessato l'esercizio dell'attività commerciale nell'immobile locato), non rilevando che il locatore sia a sua volta inadempiente all'obbligo di pagamento dell'indennità per la perdita dell'avviamento.
Per sollevarsi da tale obbligo, il conduttore ha l'onere di costituire in mora il locatore offrendo contestualmente, anche in modo informale, la restituzione dell'immobile.