7 gennaio 2022
Alterazione del c.d. "decoro architettonico"

Con Ordinanza 13 dicembre 2021, n. 39598, la Corte di Cassazione è intervenuta sul concetto di decoro architettonico, che non deve essere inteso solo in senso statico, bensì in senso dinamico; di conseguenza, non devono essere presi in considerazione solo il momento originario della costruzione dell'edificio e la conservazione delle linee originarie, bensì le modifiche e le innovazioni realizzate medio tempore.
Tale concetto, rilevante per tutti gli edifici a prescindere dal particolare pregio artistico del fabbricato, consente di ritenere lesiva l'innovazione che non solo alteri le linee architettoniche ma che incida negativamente sull'aspetto armonico di esso, tale da comportare altresì un pregiudizio economico.