10 gennaio 2022
Sostituzione delibera assembleare oggetto di impugnazione

Con Sentenza 20 dicembre 2021, n. 40827, la Corte di Cassazione ha stabilito che, in tema di impugnazione delle delibere assembleari, la sostituzione della delibera impugnata con altra adottata dall'assemblea in conformità della legge, facendo venir meno la specifica situazione di contrasto fra le parti, determina la cessazione della materia del contendere, ex art. 2377, comma 8, C.c.
Tuttavia, affinché possa realizzarsi, con efficacia retroattiva, la rinnovazione sanante è necessario che la deliberazione impugnata sia sostituita con un'altra che abbia analogo contenuto, vale a dire che abbia ad oggetto gli stessi argomenti della prima deliberazione, ferma soltanto l'avvenuta rimozione della causa di invalidità iniziale.
D'altro canto, nell'ipotesi in cui l'assemblea decida di adottare un'altra delibera, avente diverso oggetto, gli effetti di quest'ultima decorrono soltanto a partire dalla sua adozione, senza che possa desumersi la sopravvenuta inefficacia della delibera impugnata.