5 gennaio 2022
Canone versato in misura superiore rispetto a quanto pattuito contrattualmente

La Corte di Cassazione, con pronuncia 12 ottobre 2021, n. 27806, si è occupata della regolamentazione dei canoni versati in misura superiore rispetto a quanto pattuito ex contractu per le locazioni conclusesi anteriormente all'entrata in vigore della L. n. 431/1998 e rinnovatisi dopo questa, ma non assoggettati, al momento della stipulazione, alla disciplina di cui al capo I della L. n. 392/1978.
In tale ipotesi, precisa la suprema Corte, trova applicazione l'art. 13 della citata l. n. 431/1998, “con conseguente diritto del conduttore, a far data dalla prima rinnovazione successiva all'entrata in vigore dello "ius superveniens", a ripetere il canone di locazione versato in misura superiore a quello risultante dal contratto scritto e registrato”.