21 gennaio 2022
Gronde, doccioni e canali di scarico: parti comuni edificio condominiale

Con Sentenza 30 novembre 2021, n. 1514, il Tribunale di Reggio Calabria, nel richiamare il principio già sancito dalla Suprema Corte sul punto, ha ribadito che le gronde, i doccioni e i canali di scarico, che convogliano le acque meteoriche dalla sommità di un edificio condominiale, svolgendo una funzione necessaria all'uso comune, costituiscono parti comuni e ricadono dunque tra i beni di cui all'art. 1117 c.c., senza che rilevi la circostanza che la copertura del fabbricato, dal quale provengano tali acque, sia costituita da tetto a falda, lastrico o terrazzo di proprietà esclusiva.
Ne consegue che per tali beni non trova applicazione il regime sulle spese stabilito dall'art. 1126 c.c., il quale disciplina soltanto le ripartizioni o ricostruzioni del lastrico propriamente inteso.