3 marzo 2022
L'opponibilità ai terzi del Regolamento condominiale

Con Sentenza 25 febbraio 2022, n. 6357, la Corte di Cassazione ha stabilito che le restrizioni alle facoltà inerenti al godimento della proprietà esclusiva contenute nel Regolamento condominiale, volte a vietare lo svolgimento di determinate attività, costituiscono servitù reciproche e devono, pertanto, essere approvate mediante espressione di una volontà contrattuale, mentre la loro opponibilità ai terzi, che non vi abbiano espressamente aderito, rimane subordinata all'adempimento dell'onere di trascrizione.