10 marzo 2022
Riduzione del canone e scrittura privata

Con Ordinanza 9 marzo 2022, n. 7644, la Corte di Cassazione ha stabilito che non è condivisibile l'assunto dell'Amministrazione finanziaria secondo cui non è ammissibile alcuna prova diversa dalla registrazione per dimostrare l'esistenza della scrittura privata e della sua data certa e, conseguentemente, la riduzione del canone e la debenza di una minore imposta.
Tale interpretazione, difatti, non considera che l'art. 2704 C.c. consente di desumere la data certa della scrittura rispetto ai terzi, oltre che dalla registrazione e dalle altre situazioni tipiche contemplate dalla norma, anche "dal giorno in cui si verifica un altro fatto che stabilisca in modo egualmente certo l'anteriorità della formazione del documento".