7 aprile 2022
L'avviso di convocazione tramite e-mail ordinaria

Con Sentenza 2 aprile 2022, n. 493, il Tribunale di Tivoli ha annullato una delibera condominiale dichiarando l'irritualità della convocazione di un condomino, avvenuta tramite e-mail ordinaria, priva di riscontro di ricevimento.
L'articolo 66, comma 3, Disp. Att. C.c., nel prevedere che “l'avviso di convocazione […] deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data fissata per l'adunanza […] a mezzo di posta raccomandata, posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mano”, non vieta l'utilizzo delle e-mail semplice, purché la ricezione della comunicazione sia garantita e possa essere provata.
In tale prospettiva, la e-mail ordinaria può “formare piena prova dei fatti solo se essi non vengono disconosciuti dal destinatario, spettando eventualmente al mittente la prova della ricezione in caso di contestazione”.