19 maggio 2022
Spese parti comuni: comproprietà ed utilità

Con Sentenza 13 maggio 2022, n. 15317, la Corte di Cassazione ha chiarito che l'obbligo del condomino di contribuire alle spese volte a conservare e godere delle parti comuni è connesso alla comproprietà ovvero all'utilità delle parti comuni dell'edificio, con la conseguenza che, secondo quanto disposto dall' art. 1118 C.c., il partecipante non può venir meno al suddetto obbligo neppure rinunciando al diritto sui beni comuni o modificando la destinazione della propria unità immobiliare. 
Difatti, solo una convenzione unanime, e non l'assemblea, può modificare i criteri di ripartizione delle spese ex artt. 1123 e 1118 C.c.